La Scuola Secondaria di Primo Grado

ad Indirizzo Musicale

 

Plesso principale: via Isola delle  Femmine 11/bis Capaci

Codice meccanografico: PAIC8A400Q

Recapito telefonico: 091-8671293

                                091- 8698254

 

Finalità da promuovere

Obiettivi Formativi

Le attività curricolari( cioè le discipline insegnate nella scuola secondaria di I grado) concorrono a :

 

-sviluppare in maniera  armonica ed integrale la personalità di ogni alunno;

 

-sviluppare abilità, competenze, conoscenze al massimo livello per ciascun alunno;

 

-far conoscere le peculiarità del territorio e suscitare, in forma problematica interesse per il suo miglioramento e sviluppo;

 

-sviluppare la comprensione del metodo scientifico e la volontà di applicare le conoscenze e le tecniche acquisite alla soluzione dei problemi sociali;

 

-formare una persona capace di:

a. conoscere se stesso;

b. essere se stesso e scoprire l’altro;

c. porsi con un atteggiamento positivo nei

confronti della vita;

d. fondare un rapporto equilibrato tra passato e presente.

 

La scuola secondaria di primo grado fa sì che gli alunni raggiungano i seguenti obiettivi:

 

Obiettivi meta cognitivi

Gli obiettivi meta cognitivi individuati , prendono in esame i comportamenti osservabili di

ogni singolo alunno in relazione alle seguenti aree

 

-socializzazione

-partecipazione

-interesse

-metodo di lavoro

 

Obiettivi cognitivi

Gli obiettivi cognitivi riguardano le mete prescritte della Scuola Secondaria di I grado che ha come fine la formazione dell’uomo e del cittadino:

 

-sviluppo del pensiero logico;

 

-sviluppo della comunicazione verbale e non verbale;

 

-sviluppo dei procedimenti tecnico-operativi;

 

-sviluppo dell’equilibrio psico-fisico.

 

 AREE DISCIPLINARI

 Area linguistico-artistico-espressiva (italiano, lingue comunitarie,musica, arte e immagine, corpo movimento sport)

 Area storico-geografica (storia, geografia, cittadinanza e costituzione)

 Area matematico-scientifico-tecnologica (matematica, scienze naturali e sperimentali, tecnologia)

 Religione Cattolica (facoltativa secondo le modalità previste dalla legge)

 METODOLOGIA E ATTIVITA’

I docenti, al fine di conseguire gli obiettivi prefissati e  di ottimizzare le risorse intellettuali degli studenti,  organizzeranno

attività per motivare all’apprendimento e per stimolare comportamenti ed atteggiamenti positivi, ricorrendo alle seguenti

strategie didattiche, funzionali al contesto:

  • Condivisione dell’obiettivo della crescita della persona
  • Costruzione di percorsi formativi sulla base dei bisogni, delle capacità ed inclinazioni personali
  • Promozione del successo scolastico, sostenendo le diversità, le disabilità e lo svantaggio
  • Promozione della dignità e dell’uguaglianza di tutti
  • Valorizzazione delle diverse identità e radici culturali
  • Costruzione di ambienti sereni e conviviali atti a promuovere apprendimenti significativi
  • Adozione di una pedagogia attiva improntata alle relazioni e all’esperienza diretta
  • Cooperative learning attraverso l’attivazione di dinamiche relazionali funzionali all’integrazione e alla gestione della comunicazione e, in particolare nella classe in modalità di videoconferenza, la comunicazione in videoconferenza
  • Uso della videoconferenza per l’apprendimento a distanza
  • Insegnare ad apprendere
  • Promozione delle discipline come strumentini conoscenza ed interpretazione del mondo
  • Formulazione di problemi complessi ed individuazione di nessi causa-effetto
  • Attribuzione di senso alle esperienze, all’esercizio della cittadinanza attiva, al pensiero critico e riflessivo
  • Promozione del senso di legalità e dell’etica delle responsabilità
  • Effettuazione della valutazione in funzione formativa e come stimolo al miglioramento
  • Sviluppo e organizzazione della ricerca e della innovazione educativa
  • Alleanze educative con le famiglie
  • Integrazione con il territorio

Si prediligeranno a favore del discente:

  1. Il Lavoro individuale: per l’acquisizione di un metodo di studio e di abilità strumentali personali spendibili nel futuro.
  2. 2.   Il Lavoro di gruppo: per apprendere la collaborazione interpersonale nel rispetto del lavoro del singolo e dei ritmi di apprendimento del gruppo.
  3. IlLavoro interdisciplinare: per confrontarsi con  il sapere in modo unitario,operando  collegamenti logici e critici tra discipline.
  4. Il Lavoro di ricerca: per sviluppare l’attitudine alla problematizzazione e alla verifica sistematica delle varie fasi operative.
  5. I Laboratori: come spazi di aggregazione funzionale allo sviluppo della ricerca.

 

  1. 6. Descrittori valutazione

GIUDIZIO

VOTO

DESCRITTORI DEL LIVELLO DI APPRENDIMENTO

 

L’alunno/a…

DESCRITTORI DEL COMPORTAMENTO

 

 

L’alunno/a…

Eccellente

10

-Comprende con facilità e completezza;

-Espone in modo esaustivo ed appropriato al contesto;

-Opera con competenza, in modo personale e organizzato in situazioni nuove;

-Elabora in modo articolato le conoscenze;

-Possiede un metodo di studio funzionale, efficace e personale.

-Rispetta scrupolosamente il patto di corresponsabilità, i regolamenti d'istituto, le norme di sicurezza e le regole della convivenza civile, in particolare:

-Collabora costantemente con i coetanei e gli insegnanti attraverso una interazione attiva e costruttiva nel gruppo classe, vive produttivamente lo scambio interpersonale assumendo spesso la funzione di stimolo e di aiuto per i compagni;

-Manifesta le proprie idee e i propri sentimenti;

-Interiorizza in pieno il rispetto di sé, degli altri e dell'ambiente

-Ha una consapevole accettazione della diversità,

-Partecipa assiduamente alle attività didattiche apportando il proprio contributo propositivo, applicandosi con costante interesse;

-Si impegna proficuamente e con responsabilità, rispettando le modalità e le scadenze delle consegne;

-Porta il materiale necessario per le attività della giornata, tiene in ordine le proprie cose;

-E’ presente a scuola con regolarità e in orario.

Ottimo

9

-Comprende con completezza;

-Espone in modo chiaro e con lessico appropriato;

-Applica correttamente le conoscenze in situazioni nuove;

-Elabora in modo efficace le conoscenze;

-Possiede un metodo di studio funzionale ed efficace.

-Rispetta scrupolosamente i regolamenti dell'istituto, le norme di sicurezza, le regole della convivenza civile;

-E’ disponibile al dialogo con i compagni e gli insegnanti con i quali instaura ottime relazioni;

-Assume un ruolo positivo e di collaborazione nel gruppo classe;

-Partecipa attivamente alle proposte didattiche mostrando vivo interesse;

-Si impegna proficuamente e rispetta le modalità e le scadenze delle consegne;

-Ordina le proprie cose;

-Sviluppa in pieno il rispetto di sè, degli altri e dell'ambiente;

-Ha una consapevole accettazione della diversità;

-E’ presente a scuola con regolarità e in orario

Distinto

8

-Comprende con facilità;

-Espone in modo corretto ed organico;

-Applica correttamente le conoscenze;

-Elabora in modo personale le   conoscenze;

-Possiede un metodo di studio funzionale.

-Rispetta generalmente le regole della convivenza civile;

-E’ in genere disponibile al dialogo e alla collaborazione con i compagni e  gli insegnanti;

-Partecipa alle attività e si impegna  rispettando le modalità e i tempi delle consegne;

-Porta quasi sempre il materiale necessario per le attività della giornata,

-Assume un comportamento sostanzialmente corretto manifestando un discreto rispetto di sé, degli altri, dell'ambiente e un'adeguata accettazione della diversità

-Frequenta la scuola quasi regolarmente e quasi sempre rispetta gli orari di entrata a scuola

Buono

7

-Comprende le informazioni principali

-Espone in modo corretto e quasi sempre completo;

-Applica le conoscenze in situazioni note;

-Sa riorganizzare le conoscenze apprese;

-Possiede un metodo di studio personale.

-Rispetta poco le regole della convivenza  civile  e si registrano episodi di inosservanza del regolamento interno (assenze ingiustificate e frequenti uscite dall'aula, nei corridoi e fuori dal proprio banco, mancanza ai doveri scolastici, negligenza abituale, ecc.) sanzionati con richiami e/o note disciplinari;

-Non è sempre disponibile al dialogo con i compagni  e gli insegnanti, con i quali instaura relazioni non sempre appropriate,

-Partecipa in maniera superficiale alle lezioni in forme non sempre corrette e non rispetta le consegne; 

-Si impegna in modo settoriale nonostante le sollecitazioni e le strategie educative adottate dagli insegnanti, finalizzate ad un migliore adeguamento alla vita scolastica;

-Non sempre porta a  scuola il materiale necessario per le attività della giornata, complessivamente tiene in ordine le proprie cose e rispetta gli ambienti;

-Spesso non è presente a scuola con regolarità e in orario

Sufficiente

6

-Comprende le informazioni;

-Espone i concetti principali mettendoli in relazione;

-Sa applicare le conoscenze in situazioni note;

-Organizza le informazioni secondo legami logici;

-Studia applicando le procedure e le indicazioni.

-Ha difficoltà a rispettare le regole della convivenza civile, assumendo comportamenti negativi ripetutamente sanzionati:

  • con note sul registro;
  • allontanamento temporaneo per periodi inferiori a quindici giorni.

Successivamente alla irrogazione delle sanzioni vengono notati apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento

-Collabora solo se sollecitato e, comunque, raramente,  con i compagni e gli insegnanti;

-Instaura rapporti problematici e talvolta conflittuali con i compagni e il personale scolastico;

-Partecipa, solo se sollecitato e, comunque, raramente, alle varie attività mostrando disinteresse e disturbando le lezioni;

-Si impegna occasionalmente e con modalità spesso non adeguate, nonostante i richiami e le strategie educative adottate per favorire un migliore adeguamento alla vita scolastica;

-Non sempre porta il necessario per lo svolgimento delle attività della giornata,

-Non  tiene in ordine le proprie cose e non rispetta gli ambienti

- Frequenta in maniera irregolare e non rispettando l'orario.

 

Insufficiente

5

-Individua informazioni frammentarie;

-Espone in modo imparziale ed incompleto;

-Applica le conoscenze per imitazione;

-Guidato individua relazioni semplici;

-Guidato riesce ad applicare semplici regole.

-Evidenzia comportamenti di particolare gravità (vedi lo Statuto delle studentesse e degli studenti - D.P.R. 249/1998, modificato dal D.P.R. 235/2007 e chiarito dalla nota prot. 3602/PO del 31 luglio 2008 - nonché i regolamenti di istituto: art. 4, commi 9, 9 bis e 9 ter dello statuto) per i quali sono state deliberate sanzioni disciplinari che hanno comportato  l’allontanamento temporaneo dello studente dalla comunità scolastica per periodi superiori a quindici giorni

Inoltre il Consiglio di classe ha accertato che l'allievo non ha dimostrato apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento, tali da evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel suo percorso di crescita e di maturazione in ordine alle finalità educative  (D.M. n. 5 del 16 gennaio 2009  relativo ai criteri e alle modalità applicative della valutazione del comportamento)

Gravemente insufficiente

4

-Guidato individua informazioni semplici;

-Supportato espone in modo parziale ed incompleto;

-Anche se guidato ha difficoltà ad applicare le conoscenze;

-Anche se guidato ha difficoltà ad individuare relazioni esplicite;

-Anche se guidato ha difficoltà ad utilizzare semplici procedure.

 

 

 

Netta impreparazione

3

-Anche se guidato ha difficoltà ad individuare informazioni elementari;

-Anche se guidato espone in modo parziale ed incompleto;

-Anche se guidato ha difficoltà ad applicare le conoscenze,

-Anche se guidato ha difficoltà ad individuare semplici relazioni;

-Anche se guidato ha difficoltà ad utilizzare semplici procedure.

 

 

 

 OBIETTIVI

  • Concorrere a recuperare, consolidare, potenziare ed elevare il livello di educazione e di istruzione personale di ciascun cittadino
  • Potenziare la partecipazione ai valori della cultura, della civiltà e della convivenza sociale e contribuire al loro sviluppo
  • Valorizzare le risorse umane e le diversità
  • Concorrere alla formazione di soggetti liberi, responsabili ed attivamente partecipi alla vita della società
  • Sollecitare gli alunni a divenire consapevoli delle proprie idee e responsabili delle proprie azioni, alla luce di criteri di condotta  

          chiari e coerenti che attuino valori riconosciuti

  • Favorire la progressiva maturazione della coscienza di sé e del proprio rapporto con il mondo esterno
  • Costruire un percorso orientativo che tenga conto di abilità, interessi personali, eventuali condizionamenti del contesto di appartenenza
  • Favorire- attraverso costanti attività di orientamento- la scoperta delle proprie attitudini, per compiere la scelta adeguata del corso
  • di studi superiore
  • Guidare l’alunno alla conoscenza dei percorsi formativi offerti dal sistema scolastico

 STRATEGIE

  • Formazione di gruppi classe equilibrati ed eterogenei
  • Diffusione delle tecnologie informatiche multimediali
  • Formazione in servizio del personale scolastico
  • Interventi di sostegno, recupero, potenziamento, consolidamento
  • Coinvolgimento degli alunni in progetti che offrano attività aggiuntive
  • Definizione dell’organigramma per una funzionale realizzazione del POF
  • Promozione della cultura della comunicazione attraverso l'apprendimento dei linguaggi verbali e non verbali, delle lingue comunitarie e dei linguaggi multimediali