La scuola dell’infanzia

"Rosa Balistreri"

 via Mons. Siino

Responsabile di Plesso: Ins. Vitello Valeria

Codice meccanografico  PAAA8A401L

Recapito telefonico 091-8698493

Visita alla casa di Babbo Natale

Natale 2018

 In occasione delle festività natalizie gli alunni della scuola dell'Infanzia "Rosa Balistreri" si sono recati in visita alla "Casa di Basbbo Natale" allestita per l'occasione presso i locali di Palazzo Pilo del Comune di Capaci.


Festa di Natale

In occasione delle festività natalizie i piccoli  alunni della scuola dell’Infanzia “Rosa Balistreri” dell’IC”Biagio Siciliano” hanno fatto gli auguri ai genitori proponendo un piccolo spettacolo presso l’aula pofunzionale del plesso di via Isola delle Femmine.

I bambini si sono esibiti mimando alcune canzoni, spaziando da testi in lingua italiana ad altri in lingua inglese, per scoprire, infine,  dei ritmi classici come “La danza delle ore” di Ponchielli.

     

   


OPEN DAY

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2019/2020

 Gli alunni della scuola dell'Infanzia "Rosa Balistreri"dell'IC "Biagio Siciliano" in visita alla Biblioteca Comunale di Capaci

Il 3 dicembre 2018, gli alunni della scuola "Rosa Balistreri", dell'IC"Biagio Siciliano", accompagnati dalle insegnanti, sono stati in visita ai principali monumenti del Comune di Capaci. Presso i locali della Biblioteca comunale gli alunni sono stati accolti dal Sindaco Pietro Puccio e si sono cimentati nel disegno della cartolina di Auguri nell'ambito del concorso "Auguri da Capaci" indetto dal Comune.

 BAMBINI IN VISITA ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

La scuola dell’Infanzia di via Mons. Siino è stata annessa all’Istituto Comprensivo “Biagio Siciliano” nell’a.s.2013/2014


 Prospetto orario docenti Scuola dell’infanzia

anno scolastico 2015/2016


INTITOLAZIONE DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA A

ROSA BALISTRERI

Delibera

PROGETTO CONTINUITA’ a.s. 2014/2015:
INTITOLAZIONE SCUOLA DELL’INFANZIA
“Alla ricerca di un nome…..”


 

FOTO SCUOLA INFANZIA

L' offerta formativa

L’AMBIENTE DI APPRENDIMENTO


La scuola dell’infanzia si propone come contesto di relazione, di cura e di apprendimento, nel quale possono essere filtrate, analizzate ed elaborate le sollecitazioni che i bambini sperimentano nelle loro esperienze.
L’apprendimento avviene attraverso l’esperienza, l’esplorazione, i rapporti tra bambini, con la natura, gli oggetti, l’arte, il territorio e le sue tradizioni, attraverso la rielaborazione individuale e collettiva delle esperienze e attraverso attività ludiche.
Con il gioco i bambini si esprimono, raccontano, interpretano e combinano in modo creativo le esperienze soggettive e sociali.
La scuola dell’infanzia organizza le proposte educative e didattiche espandendo e dando forma alle prime esplorazioni, intuizioni e scoperte dei bambini attraverso il curricolo esplicito.
Ad esso è sottinteso un curricolo implicito costituito da costanti che definiscono l’ambiente di apprendimento: Lo spazio accogliente, caldo, curato, orientato nel gusto, espressione della pedagogia e delle scelte educative di ciascuna scuolaIl tempo disteso nel quale è possibile per il bambini giocare, esplorare, dialogare, osservare, capire, crescere con sicurezza e nella tranquillità.La documentazione come processo che produce tracce,memoria e riflessione e permette di valutare i processi dell’apprendimento individua le e di gruppo. Lo stile educativo basato sull’ascolto e sulla osservazione.La partecipazione come dimensione che permette di incoraggiare il dialogo e la cooperazione.La scuola dell’infanzia sperimenta con libertà la propria organizzazione, la formazione dei gruppi, delle sezioni e le attività di intersezione a seconda delle scelte pedagogiche dell’età e della numerosità dei bambini e delle risorse umane e ambientali delle quali può disporre.

Campi di esperienza

Il sé e l’altro
Il corpo in movimento
Linguaggi, creatività, espressione
I discorsi e le parole
La conoscenza del mondo

Religione Cattolica (facoltativa con le modalità previste dalla legge)


ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA’ DIDATTICHE NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola dell’infanzia concorre all’educazione e allo sviluppo affettivo, psicologico, cognitivo,
morale, religioso e sociale delle bambine e dei bambini promuovendone le potenzialità di relazione, autonomia, creatività, apprendimento; assicura inoltre un’effettiva eguaglianza delle
opportunità educative, contribuisce alla formazione integrale delle bambine e dei bambini e, nella
sua autonomia e unitarietà didattica e pedagogica, realizza il profilo educativo e la continuità
educativa con il complesso dei servizi all’infanzia e con la scuola primaria.
La scuola dell’infanzia si propone come significativo luogo di apprendimento, socializzazione e
animazione. Una funzione fondamentale di questa scuola è di contribuire allo sviluppo integrale
della personalità, favorendo l’allargamento dell’esperienza per apprendere, la conquista
dell’autonomia, lo sviluppo delle relazioni sociali e delle competenze, l’apertura alla scoperta e al
rispetto dei valori.
La centralità educativa del bambino della scuola dell’infanzia si promuove attraverso il dialogo e la
collaborazione con le famiglie.
La scuola dell’infanzia è un luogo educativo di esperienze concrete e di apprendimenti riflessivi che
integra, in un processo di sviluppo unitario, le differenti forme del fare, del sentire, del pensare,
dell’agire relazionale,dell’esprimere e del comunicare.
Esclude impostazioni prettamente scolastiche che tendono a rendere precoci gli apprendimenti formali e, attraverso le apposite mediazioni didattiche, riconosce come connotati essenziali del proprio servizio educativo:
-la relazione personale significativa
-la valorizzazione del gioco in tutte le sue forme ed espressioni
-il rilievo al fare produttivo ed alle esperienze dirette di contatto con la natura, le cose, i
materiali, l’ambiente sociale e la cultura per orientare e guidare la naturale curiosità in
percorsi progressivamente più ordinati ed organizzati di esplorazione e ricerca.

ORGANIZZAZIONE ORARIA SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola dell’Infanzia funziona dalle ore 8.00 alle ore 16.00 con erogazione del servizio mensa.
L’orario delle attività didattiche è di 40 ore settimanali distribuite su cinque giorni.

Organizzazione di una “giornata tipo”
•8.00 – 8,30  ingresso e accoglienza
•8.30 – 11.45 attività didattiche di sezione e/o intersezione
•11.45 – 12.00 igiene personale, preparazione per il pranzo
•12.00 – 13.00 pranzo
•13.00 – 14.00 gioco libero e/o organizzato
•14.00 – 15.45 attività laboratoriali
•15.45 – 16.00 commiato

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLE SEZIONI NELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

Le sezioni sono miste per favorire l’ampliamento dei rapporti interpersonali dei bambini e delle bambine di diverse età.
L’eterogeneità delle sezioni consente di allargare le esperienze e le opportunità di scambio, di confronto e di arricchimento anche mediante occasioni di aiuto reciproco e di apprendimento socializzato.
1. I criteri mirano a raggiungere due obiettivi :
– l’eterogeneità (per età) all’ interno di ciascuna sezione
– l’omogeneità tra i gruppi per svolgere attività peculiari alle diverse fasce di età
2.La formazione delle sezioni avviene secondo i seguenti criteri:
– Compensazione tra alunni uscenti ed alunni entranti fino al raggiungimento del numero legale di iscritti;
– Equilibrio numerico tra le diverse fasce di età (3,4,5);
– Equilibrio numerico tra le sezioni.

Scuola in Chiaro
Carabinieri